Stato di agitazione per i lavoratori Ipercoop, la società vuole vendere

Pare che lo store di via Pescatori potrebbe essere venduto ad un gruppo calabrese

Protesta dei lavoratori dell’Ipercoop di via Pescatori. Le maestranze sono preoccupate per la fuga di notizie che circolano tra i piani alti della società che gestisce i tre Ipercoop campani. Pare che presto il supermercato avellinese passerà nelle mani di un privato calabrese.
Purtroppo a quanto dichiara Unicoop Tirreno ai microfoni di Irpiniatv, i dati dello store di via Pescatori non sono confortati, le perdite ammontano a due milioni di euro. Per questo la società si sta muovendo per vendere ad un privato che tuttavia manterrebbe il franchising e quindi il nome della Coop.
Intanto i lavoratori hanno indetto lo stato di agitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

  • Violenta aggressione ad Avellino, dipendente di un bar finisce all'ospedale

  • Sole 365 inaugura ad Avellino, ecco le posizioni di lavoro aperte

  • Incidente mortale, il dolore degli amici di Emanuele

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento