rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Sparatoria in Viale Italia, Casanova chiede l'interrogatorio

Durante l'interrogatorio di garanzia, lo scorso 27 luglio, il 55enne si è avvalso della facoltà di non rispondere

Sparatoria a Viale Italia. Giungono notizie relativamente a Ciro Casanova, il 55enne arrestato con l'accusa di aver aperto il fuoco nella notte tra il 6 e il 7 Luglio contro Gianluca e Ettore Ferrara, padre e figlio, rispettivamente di 45 e 26 anni, e Ivan Santamaria, 28 anni.

Dopo essere rimasto in silenzio davanti al Gip ed aver rilasciato solo alcune generiche dichiarazioni spontanee dove affermava di essere innocente negando gli addebiti contestati, ora Casanova chiede l'interrogatorio.

Il giorno in cui sarà ascoltato per fornire la sua versione dei fatti non è stato ancora stabilito.

La sparatoria in Viale Italia

I fatti avvennero la notte tra il 6 ed il 7 luglio a Viale Italia, durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia sulla Spagna agli Europei di calcio, quando il 55enne avellinese sparò contro Gianluca e Ettore Ferrara, padre e figlio, e Ivan Santamaria. 

Ciro Casanova, in carcere dal 24 luglio scorso, è ritenuto gravemente indiziato della commissione di gravi reati, quali il tentato omicidio plurimo e la detenzione e porto illegale di arma da sparo, con a corredo munizionamento cal. 7,65 dall’aumentata micidialità, non vendibile secondo gli ordinari canali commerciali.

Le investigazioni condotte dalla Procura della Repubblica di Avellino, guidata da Domenico Airoma, e dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale hanno permesso di ricostruire l'accaduto, grazie anche all'acquisizione delle immagini delle telecamere di video-sorveglianza. Secondo gli inquirenti, il 55enne ha raggiunto il luogo della sparatoria a bordo di una Fiat 600.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria in Viale Italia, Casanova chiede l'interrogatorio

AvellinoToday è in caricamento