rotate-mobile
Cronaca Contrada

Sparatoria di Contrada, oggi i test balistici sull’arma

Bisognerà capire se la pistola si sia bloccata

Nella giornata di oggi ci saranno gli esami balistici sull’arma utilizzata per ferire Federico Petrone, il rapper ricoverato in ospedale la sera del 9 gennaio. Per la sparatoria di Contrada sono state indagate otto persone; oltre a Gerardo Ciuci, 19enne poi finito ai domiciliari, altri sette ragazzi, tutti di Contrada e tutti di età compresa fra i 19 e i 22 anni.

Le indagini saranno condotte dall'ingegnere Alessandro Lima, con la presenza dei tecnici di parte: Carmelo Famà, nominato dal legale di Petrone, Nobile Viviano e Giuseppe Cristofaro, scelto dai penalisti che assistono Ciuci, Edoardo Fiore ed Ettore Freda.

Il perito incaricato dal pm, Paola Galdo, dovrà ricostruire la dinamica dei fatti. L’obiettivo è accertare le modalità di funzionamento della pistola dalla quale è stato estratto il proiettile rinvenuto sul luogo della sparatoria. La svolta sull’indagine dovrà arrivare dall’accertamento sul movimento delle parti metalliche dell’arma al momento dell'esplosione del colpo. Infine, ancora, bisognerà capire se l'arma si sia bloccata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria di Contrada, oggi i test balistici sull’arma

AvellinoToday è in caricamento