menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza idrica, a Solofra scoperta la sorgente di San Francesco

Il problema idrico potrebbe finalmente risolversi

Ventiquattro litri al secondo, questa la portata della sorgente che potrebbe risolvere definitivamente i problemi idrici della città di Solofra. Il geologo Sabino Aquino su disposizione dell'Irno Service ha condottO una ricerca idrica sul territorio che ha portato alla scoperta del pozzo ribattezzato San Francesco.

Un patrimonio importante per la realtà comunale che come sottolinea il geologo Sabino Aquino ai microfoni di Telenostra potrebbe rappresentare per Solofra la via d'uscita da un annosa vicenda che dura da oltre trent'anni. "La sorgente - spiega - una volta immessa nell'acquedotto può risolvere diversi problemi acquedottistici. Il canale in realtà è un bacino sotterraneo che appartiene all'unità dei monti di Solofra, già noto da tempo. Tuttavia sussisteva una preoccupazione: non intaccare una falda inquinata così come è già avvenuto in altre zone".

Obiettivo riuscito, perché grazie alle ricerche effettuate i prelievi di routine hanno certificato l'assenza di tracce di cloroetilene. "Adesso aspettiamo l'asl - ha aggiunto Aquino - per le analisi ufficili previste dal codice ambientale".

Soddisfatto anche il sindaco di Solofra Vignola che si dice pronto a mettere la parola fine al problema idrico della città. "Chiederemo all'Asi di cederci la rete industriale, ovvero serbatoi realizzati dal consorzio e mai entrati in funzione, questi insieme ai due pozzi saranno destinati all'esclusivo uso industriale in modo da dividerlo dall'acquedotto civile e risolvere definitivamente il problema dell' efficientamento dell'acquedotto di Solofra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento