Sindaco irpino pensa di vendere il Comune ai cinesi

"Penso ai cinesi - dice - che stanno rilevando importanti squadre di calcio italiane: con molto meno, farebbero un investimento molto redditizio acquistando un pezzo di territorio caratterizzato da grande salubrità ambientale e fortissime potenzialità turistiche"

Il sindaco di un Comune dell'Irpinia pensa di mettere in vendita il paese per superare le difficoltà finanziarie che gli impediscono di provvedere alle esigenze anche minime della sua Comunità. Francesco Garofalo, sindaco di San Sossio Baronia (Avellino), 1.742 abitanti, sull'Appennino interno dell'Irpinia, pensa seriamente di lanciare la provocazione con un annuncio sui giornali. L'amministratore, un medico in servizio al 118 in carica da 7 anni, avrebbe anche individuato il potenziale acquirente. "Penso ai cinesi - dice - che stanno rilevando importanti squadre di calcio italiane: con molto meno, farebbero un investimento molto redditizio acquistando un pezzo di territorio caratterizzato da grande salubrità ambientale e fortissime potenzialità turistiche". Avverto - dice il sindaco del piccolo Comune Irpino - "un senso di frustrazione e di inutilità" per una funzione, quella di sindaco, che "ormai è stata ridotta a quella del gabelliere"

Potrebbe interessarti

  • Senz'acqua fino a domani, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Avellino Summer Fest, ecco gli appuntamenti di oggi

  • Sospensioni idriche, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Addio a Nadia Toffa, il ricordo commosso di Luca Abete: "Non hai mai perso il sorriso, la dignità e la speranza"

I più letti della settimana

  • Gigi Marzullo operato d'urgenza al Moscati

  • La Maccaronara con fonduta di caciocavallo: il piatto 'illegale' di chef Vincenzo Vazza

  • Senz'acqua fino a domani, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Morso da una vipera: corsa al Pronto Soccorso per un 30enne

  • Schianto terribile in autostrada, neopatentata 19enne grave al Moscati

  • La terra ha tremato, sisma avvertito anche in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento