menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate sicura, i carabinieri avvertono: "Alcune azioni da non fare"

Un massiccio spiegamento di forze volto sia al contrasto dei fenomeni predatori e di illegalità in genere - soprattutto considerando che molte abitazioni sono rimaste incustodite per l’assenza dei proprietari trasferitisi in località balneari

È attivo il dispositivo messo in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, volto ad incrementare il controllo del territorio nel corso della stagione estiva.

Sia i turisti, sempre più numerosi, sia gli irpini, che con il caldo riscoprono il piacere di trascorrere qualche giorno fuori all’insegna del relax e del divertimento, necessitano di “sicurezza”.

Dal capoluogo all’Alta Irpinia, dalla Valle del Calore alla Valle dell’Irno, non trascurando il Mandamento Baianese: tanti i comuni sotto i riflettori delle forze dell’ordine nell’ambito dell’operazione “estate sicura” che torna puntualmente ogni anno con l’avvicinarsi della bella stagione.

Un massiccio spiegamento di forze volto sia al contrasto dei fenomeni predatori e di illegalità in genere - soprattutto considerando che molte abitazioni sono rimaste incustodite per l’assenza dei proprietari trasferitisi in località balneari - sia per la tutela dell’incolumità degli utenti delle strade rese sicuramente più caotiche nei fine settimana allorquando i visitatori affollano le località della verde Irpinia ed in particolare l’altopiano del Laceno, la valle del Sele e la zona del serinese.

Al riguardo, si sensibilizzano i cittadini a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete che provengano da appartamenti vicini al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza dell’assenza dei proprietari.

Itinerari turistici saranno presidiati in modo intensivo da carabinieri in uniforme ed in abiti civili senza, peraltro, che questo impiego pregiudichi le altre “ordinarie” attività investigative dell’Arma. A tal fine il Comando Provinciale metterà in campo tutto il personale disponibile delle sue 68 Stazioni disseminate su tutta la provincia, i Nuclei Operativi e Radiomobile ed Investigativo. Saranno implementati i servizi di perlustrazione con numerosi posti di controllo e posti di blocco per assicurare un dinamico e capillare presidio su tutta la provincia.

Oltre che alla velocità, rilevata con autovelox, le pattuglie dei Nuclei Radiomobile presteranno particolare cura alla verifica della soglia di alcool degli automobilisti e centauri con l’ausilio di etilometro così da prevenire sinistri stradali.

Particolare attenzione sarà riposta alle principali arterie stradali, considerato il notevole incremento della circolazione, ma anche agli esercizi commerciali nonché ai soggetti sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza.

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino consiglia di evitare di pubblicare sui social network i propri spostamenti o informazioni da cui poter far desumere periodi di assenza dalle proprie abitazioni, significando che tali elementi potrebbero essere utilizzati da malviventi in cerca di qualche facile obiettivo da colpire;

     invita ancora una volta a collegare gratuitamente il proprio impianto di allarme domestico al “112” per un immediato intervento delle pattuglie in caso di necessità: per eventuali informazioni e per la necessaria modulistica si potrà rivolgere presso la più vicina Caserma dei Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento