menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per mettere a segno la truffa online si spaccia per carabiniere

I Carabinieri della Stazione di Gesualdo hanno denunciato un 40enne di Catanzaro, ritenuto responsabile del reato di truffa

I Carabinieri della Stazione di Gesualdo hanno denunciato un 40enne di Catanzaro, ritenuto responsabile del reato di truffa.
A cadere nella sua trappola, una donna di Gesualdo che, in cerca di un buon affare, veniva attratta dal prezzo oltremodo conveniente di un Iphone in vendita su un noto sito di annunci on-line.
Non esitava quindi a contattare telefonicamente l’inserzionista, sia per avere maggiori chiarimenti sul prodotto sia per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa.

Le venivano così fornite dettagliate informazioni e, al fine di convincerla, il malfattore la rassicurava spacciandosi per un carabiniere, riuscendo così a conquistare pienamente la fiducia dell’acquirente che non esitava ad effettuare il pagamento mediante il versamento dell’importo su carta prepagata.

Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore ometteva la consegna dello smartphone e si rendeva irreperibile.
Solo a questo punto la vittima si rendeva conto del raggiro in cui era incappata e non indugiava a denunciare quanto accadutole.
Le indagini condotte dai Carabinieri consentivano di addivenire all’identificazione del 40enne che è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio in un edificio a Montella, intervengono i Vigili del Fuoco

  • Incidenti stradali

    Cisterna in fiamme sulla Ofantina: interviene la Polstrada

  • Cronaca

    Coltivava abusivamente canapa sativa, 45enne denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento