Maxi sequestro di legumi e pesce: mancava la tracciabilità

Per il titolare dell'attività anche una multa

I Carabinieri della Stazione Forestale di Volturara Irpina, all’esito di controlli a tutela della sicurezza alimentare e alla prevenzione e repressione di violazioni in materia di abusivismo commerciale, hanno elevato sanzioni amministrative per un importo complessivo di 8mila euro a carico del titolare di un’attività di Montemarano per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari. Le verifiche, eseguite unitamente ai Carabinieri della Stazione Forestale di Lacedonia e della Stazione di Montemarano nonché a personale ASL di Avellino e dell’Ufficio Tecnico Comunale di Montemarano, hanno permesso di constatare la vendita di frutta, verdura, legumi ed altri prodotti alimentari praticata in parte su area pubblica in assenza di titolo autorizzativo nonché presso i locali interni all’esercizio dove emergevano criticità di carattere igienico sanitario. Per tale motivo i sanitari dell’ASL procedevano all’immediata sospensione dell’attività. Dal controllo emergevano 45 chili di legumi privi di tracciabilità e 50 chili di pesce privo di informazioni obbligatorie per il consumatore. Pertanto si procedeva al sequestro amministrativo della merce e alla distruzione immediata sul posto mediante contaminazione con ipoclorito di sodio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto per la famiglia Pennella: Peppino tradito dalla sua passione per la foto

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

  • Mangiano e dormono all'agriturismo e poi scappano senza pagare

  • Trovato il cadavere di un 51enne in un appartamento

Torna su
AvellinoToday è in caricamento