menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestro di hashish a Lapio: tre denunce e due segnalazioni

Tre persone denunciate: un 56enne di Lapio, un 39enne di Montella e un 26enne di Torella dei Lombardi

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Chiusano di San Domenico hanno effettuato mirati servizi antidroga nei luoghi di maggiore ritrovo per gli adolescenti. Il servizio straordinario è stato attuato nei pressi dei locali notturni, dove sono state effettuate molte perquisizioni, a seguito delle quali sono stati denunciati tre soggetti: un 56enne di Lapio, un  39enne di Montella e un 26enne di Torella dei Lombardi.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Chiusano, nel corso una perquisizione domiciliare, hanno sequestrato circa 30 grammi di hashish, già suddiviso in dosi e confezionati all’interno di una pellicola trasparente. Insieme allo stupefacente, i Carabinieri hanno sequestrato anche un tagliere e due coltelli ancora sporchi dello stupefacente appena “confezionato”.

Il 56enne, da qualche tempo residente a Lapio ed originario di un paese dell’hinterland napoletano, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Dott. Rosario Cantelmo. A Montella e Nusco, inoltre, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e quelli della Stazione di Torella dei Lombardi, nel corso di due diversi controlli, hanno intercettato due autovetture, condotte rispettivamente da un 39enne di Montella ed un 26enne di Torella. Quest'ultimi avevano fatto uso di stupefacenti. Invitati a sottoporsi ai rituali accertamenti presso l’Ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi, il primo si rifiutava ed il secondo risultava positivo atteso che le analisi confermavano i sospetti dei Carabinieri avendo il giovane fumato poco prima qualche spinello (positivo ai cannabinoidi).

Alla luce delle risultanze investigative, oltre al ritiro delle rispettive patenti di guida, ambedue venivano denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, perché ritenuti responsabili del reato di per “guida sotto gli effetti di stupefacenti”. Avendo, inoltre, sequestrato una quantità minima di hashish (un grammo circa), venivano anche segnalati quali “assuntori” alla Prefettura di Avellino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento