menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reati tributari, sequestro di beni a tre aziende irpine

 Le misure scaturiscono da pregresse attività di verifica fiscale svolte nei confronti di società operanti nel campo dell’autotrasporto, della produzione di calcestruzzo e di commercio di gomma e plastica

Tre decreti di sequestro preventivo finalizzati alla confisca “per equivalente”, emessi dal G.I.P. del Tribunale irpino su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei rappresentanti legali di tre società aventi sede nella provincia irpina, resisi responsabili di reati tributari. Le misure scaturiscono da pregresse attività di verifica fiscale svolte nei confronti di società operanti nel campo dell’autotrasporto, della produzione di calcestruzzo e di commercio di gomma e plastica, all’esito delle quali si è accertato che le stesse, a vario titolo, avevano omesso di versare l’Imposta sul valore aggiunto, emesso e/o utilizzato fatture per operazioni inesistenti, distrutto od occultato le scritture contabili. Le Fiamme Gialle irpine hanno, quindi, dato esecuzione ai tre decreti di sequestro emessi dal G.I.P. di Avellino su richiesta della locale Procura della Repubblica, per un importo complessivo di circa 2 milioni di euro, sottoponendo a vincolo conti correnti, beni immobili e quote societarie riconducibili alle società verificate ed ai loro rappresentanti legali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento