menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conclusi i percorsi formativi su pari diritti e violenza di genere

Sette appuntamenti che hanno visto la partecipazione di molte persone

Si è concluso il ciclo di sette seminari “Percorsi formativi su pari diritti e violenza di genere oggi” che si sono tenuti nella sala Giovanni Grasso della Provincia di Avellino. Un percorso intenso partito agli inizi di settembre e che si è concluso la settimana scorsa, un percorso formativo che ha visto coinvolti circa cento professionisti di vari settori dagli avvocati, alle forze dell’ordine, agli insegnanti, agli studenti universitari, agli psicologi, agli assistenti sociali, ai medici e agli operatori del settore.

Oltre alla formazione si è inteso costituire una rete di relazioni che rendano più efficace l’intervento dei Centri Anti Violenza a sostegno delle donne maltrattate. Importanti collaborazioni sono cominciate con magistratura, Ordine degli Avvocati, forze dell’ordine, Centri di Psicoterapia e tutti i Centri Anti Violenza irpini quali Ananke dell’Ambito A01 di Ariano Irpino, Centro Antiviolenza dell’Ambito A02 di Mercogliano, Di Donna dell’Ambito A03 dell’Alta Irpinia, Alice e il Bianconiglio dell’Ambito A04 di Avellino e Cervinara, Centro Nemesi di A05 di Atripalda, No Violenza..solo Viole dell’Ambito A06 di Baiano e la casa rifugio della Casa Sulla Roccia di Avellino.

Questa rete che si è cominciata a costruire è sostenuta dai vari Comuni interessati, in particolare da quello di Avellino, dall’Amministrazione Provinciale, e soprattutto dalla Prefettura di Avellino, nella persona di Ester Fedullo, capo di gabinetto, che ha realizzato il “Protocollo d’Intesa per la promozione di strategie condivise e finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza sulle donne”.

Al lavoro cominciato c’è anche la partecipazione di Domenica Lomazzo, consigliera regionale e provinciale alle pari opportunità. Il fenomeno della violenza sulle donne è, purtroppo, un’emergenza sociale anche in Irpinia, ancora molto sommerso per la paura delle stesse vittime persino di parlarne, ancora più di denunciare. Eppure a sostegno di un percorso di emancipazione e liberazione della donna offesa, violata, perseguitata molto è stato fatto e molto altro si è in procinto di fare. Negli incontri si è parlato del fenomeno della violenza di genere e della sua diffusione in Irpinia e ci si è confrontati tra varie esperienze e competenze, per costruire una rete che consenta di affrontare il problema in maniera più efficace e risolvere insieme criticità e limiti che si possono vivere quotidianamente.

I sette seminari hanno affrontato vari argomenti con esperti di ogni settore. Nel primo appuntamento si è discusso degli “Aspetti giuridici e normativa di riferimento” al fenomeno della violenza di genere; nel secondo di “Violenza, abusi e maltrattamenti”; nel terzo di “Violenza di genere: le dinamiche e le conseguenze del trauma per le vittime”; nel quarto di “Strumenti di prevenzione ed assistenza nei casi di violenza”; nel quinto incontro “La relazione d’aiuto nei casi di violenza e di stalking”; nel sesto incontro “La protezione dei minori coinvolti nella violenza assistita da maltrattamento sulle madri”; il settimo e ultimo seminario ha riguardato “Il lavoro di rete per la lotta alla violenza”. Ad organizzare gli incontri è stato il Centro Antiviolenza di Avellino e Cervinara, nell’ambito del Piano di Zona, Ambito Sociale A04, gestito dal Consorzio delle Cooperative Sociali “Percorsi”, il cui presidente è Valentino Santucci, e dalla Cooperativa Sociale “La Goccia” di Avellino, il cui presidente è Rosario Pepe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento