rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Prata di Principato Ultra

Scomparsa Mimì Manzo, si cerca la verità nei filmati di quella sera

Lucia Manzo, sorella di Mimì, ha raccontato un episodio straziante: "Sogno Mimì tutte le sere, lo vedo in un canale con un braccio alzato che mi chiede aiuto"

Le ricerche di Domenico Manzo sono continuate anche questa mattina a Prata Principato Ultra. Mimì, 69enne proprio di Prata Principato Ultra, è stato avvistato l'ultima volta verso le ore 22.00 dell'8 gennaio 2021 dalle telecamere di un ristorante di Prata, mentre si incamminava verso la vecchia stazione ferroviaria in disuso nel comune irpino, poco distante dalla sua abitazione dove quella sera si stava svolgendo la festa di compleanno della figlia 21enne alla presenza di alcuni amici. Secondo le prime testimonianze, il 69enne uscì di casa per fumarsi una sigaretta, poi di lui non si seppe più nulla. I filmati che analizzano i carabinieri del nucleo investigativo di Avellino seguono una traiettoria ben precisa, in un arco di tempo che va dalle 21,14 alle 23.14. Nel raggio di pochi chilometri, poi, ha fatto perdere per sempre le proprie tracce. 

Il drammatico racconto della sorella Lucia

Questa mattina, Lucia Manzo, sorella di Mimì, ha raccontato un episodio straziante: "Sogno Mimì tutte le sere, lo vedo in un canale con un braccio alzato che mi chiede aiuto. Sono certa che qualcuno lo ha fatto sparire perbene, non mi darò pace finché non lo ritrovano". "Vi scongiuro fateci trovare almeno il corpo di Mimì: io continuo a cercarlo", afferma, invece, il fratello Emilio Manzo. 

La ricostruzione della scomparsa di Mimì Manzo

Piazza Freda, via Cupali, via Nocelleto, via dell’annunziata e via Marconi (strada della stazione); le indagini degli investigatori hanno acceso i riflettori su queste zone. Da qui transitano una Golf Plus di colore grigio, che va avanti e indietro, con a bordo due giovani, un’Alfa Giulietta bianca con a bordo un uomo e una donna, la T Rock grigia con a bordo una donna. Poi si vede un’altra Golf arrivare nella zona della basilica, e si ferma davanti la traversa Fontana del Prete. Dalla macchina scendono a piedi due ragazzi e una ragazza e si dirigono verso la traversa. Poco dopo gli stessi entrano nell’auto e vanno via: sono le 23.14. Dopo sei minuti la chiamata al 112 della denuncia di scomparsa del padre.

Sono quattro, al momento, le persone indagate per la scomparsa

per la scomparsa di Mimì Manzo, sono state iscritte quattro persone nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Avellino. L'ultima, in ordine di tempo, è Pasqualina Lepore; madre di Loredana Scannelli, che dovrà rispondere dell'accusa di favoreggiamento personale. Le altre tre persone indagate sono Romina Manzo difesa dall’avvocato Federica Renna, Loredana Scannelli difesa dall’avvocato Rolando Iorio e Alfonso Russo difeso dall'avvocato Serena Luce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa Mimì Manzo, si cerca la verità nei filmati di quella sera

AvellinoToday è in caricamento