menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guai giudiziari per l'imprenditore della moda Moschillo

L'imprenditore arianese Saverio Moschillo, è stato iscritto nel registro degli indagati insieme a sua figlia e a un suo socio

L'imprenditore arianese Saverio Moschillo, è stato iscritto nel registro degli indagati insieme a sua figlia e a un suo socio, il legale rappresentante della società che gestisce il Richmond Cafè, locale di Via Melchiorre Gioia a Milano. I reati ipotizzati a vario titolo sono contraffazione e imitazione di marchi ed elusione dei provvedimenti cautelari disposti in sede civile a tutela dei diritti di proprietà intellettuale.

L'inchiesta condotta dal pm Francesco De Tommasi ha portato al sequestro di merce e capi d'abbigliamento per un valore complessivo di circa 500 mila euro nello show room all'angolo tra Via Bigli e via Verri, nel quadrilatero della moda milanese.

La querelle tra lo stilista inglese John Richmond. e l'imprenditore arianese sull'utilizzo del marchio Richmond è finita al centro di un contenzioso civile che nel 2016 ha portato a un provvedimento cautelare che vieta a Moschillo di utilizzare il brand. Un obbligo non rispettato dall'imprenditore arianese che avrebbe continuato a commercializzare merce con il marchio Richmond contraffatto o imitato nel suo show room milanese. Il marchio Richmond sarebbe stato anche utilizzato per l'insegna del "Richmond Cafè" oscurata su disposizione dell'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento