Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Coronavirus in Campania, De Luca: "Ne stiamo uscendo, ma dobbiamo essere seri e responsabili"

Le parole del Presidente della Regione Campania nel corso del punto della situazione con la stampa: "Ci stiamo avviando verso una vita normale". Sul green pass rafforzato: "Bene prevedere questa misura". E sulla sospensione degli over 50 dai posti di lavoro: "Meglio così, spazio ai giovani"

Intervenuto dall’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in occasione del consueto punto della situazione con la stampa, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha parlato di sanità, dell'emergenza Covid-19 e delle misure intraprese per contrastare la diffusione del contagio.

"Abbiamo cancellato la stagione delle porcherie della politica politicante e dei raccomandati"

"Ci vuole pazienza in questo Paese, non c'è niente da fare. Guardiamo alle cose serie, che riguardano i cittadini e la vita delle persone" ha esordito il Governatore, parlando delle critiche provenienti dai media nazionali. "Dobbiamo essere orgogliosi. Siamo riusciti a portare qui a Pozzuoli dei primari che sono tra i migliori in Italia e in Europa. Tutto questo è stato possibile grazie alla linea di rigore e valorizzazione del merito che abbiamo adottato, cancellando la stagione delle porcherie della politica politicante e dei raccomandati. Abbiamo eliminato la stagione nella quale si facevano debiti per demagogia, per aprire un ospedale in ogni angolo di strada. Abbiamo accumulato negli anni Novanta dieci miliardi di debiti che finiremo di pagare nel 2034. Realtà come queste sono un orgoglio per la Campania e per l'Italia e devo dire che, al di là di qualche miserabile che continua a offendere la dignità della Campania e di molti professionisti, abbiamo dato una prova di efficienza straordinaria anche nella battaglia contro il Covid. Con 10mila dipendenti in meno, siamo la Regione d'Italia ad avere meno decessi in base alla popolazione".

"Il messaggio mandato all'Italia è sbagliato: sembra che la mascherina non si debba portare, e invece..."

Sull'emergenza epidemiologica, De Luca è sicuro: "Ormai ne stiamo uscendo, ci stiamo avviando verso la vita normale. Anche qui dobbiamo fare altri investimenti, per circa 12-13 milioni di euro. Avremo altri 100 posti letto realizzati qui. Il Covid ormai lo abbiamo messo alle spalle, a una sola condizione: che continuiamo a fare le persone serie e siamo responsabili. Sapete che fino a fine febbraio manterremo l'obbligo dell'uso della mascherina all'esterno. Il messaggio mandato all'Italia è sbagliato, sembra che la mascherina non si debba portare, e invece ci sono almeno due momenti in cui si determinano pericoli e cioè: entrata e uscita dalle scuole, quando abbiamo centinaia di ragazzi l'uno sull'altro; e il venerdì, sabato e domenica durante la movida".

"Benissimo a prevedere il green pass rafforzato. Gli over 50 sospesi? Vuol dire che non hanno bisogno di lavorare"

Sul green pass rafforzato: "Io dico che abbiamo fatto benissimo a prevedere questa misura. I cittadini devono essere responsabili della vita propria, ma anche di quella degli altri: se io diffondo il contagio, provoco un danno immenso. I due anni di Covid hanno prodotto un danno non solo a chi lo ha avuto, ma anche ai malati oncologici, a coloro che avevano problemi cardiaci, ai malati di diabete che hanno dovuto aspettare, perché c'erano tantissimi malati di Covid. Facciamo le persone serie e siamo responsabili. A lavoro si va tutelati. Nessuno, prima, si scandalizzava se si andava in un luogo pubblico e si presentava il certificato sanitario".

Sulla sospensione degli over 50 dai posti di lavoro: "Vuol dire che non hanno bisogno di lavorare e, se così fosse, meglio così. Lasciamo spazio ai giovani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Campania, De Luca: "Ne stiamo uscendo, ma dobbiamo essere seri e responsabili"
AvellinoToday è in caricamento