rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Caposele / materdomini

Si fingono fedeli ma invece sono a Materdomini per commettere reati

In occasione della festa di San Gerardo i carabinieri hanno istituito maggiori controlli per evitare episodi di microcriminalità

A Materdomini di Caposele si festeggia San Gerardo e la località irpina diventa meta non solo di fedeli devoti ma anche di borseggiatori. Per evitare spiacevoli episodi di microcriminalità, i carabinieri hanno istituito vari posti di blocco e servizi di controllo nei pressi del santuario. 

Proprio all’interno dell’area fiera, dove quest’anno vi erano centinaia di bancarelle ed espositori, i carabinieri in abiti civili, hanno notato aggirarsi con fare sospetto un 37enne ed un 27enne, entrambi provenienti dal napoletano, ed hanno iniziato a “tenerli sotto controllo” prima di procedere. 

Tuttavia, a causa dei numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio a loro carico, i carabinieri li allontanavano avviando nei loro confronti il procedimento finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio, che non gli permetterà più di ritornare in Alta Irpinia.

Stessa procedura adottata per una 42enne salernitana, che alla vista dei Carabinieri cercava di nascondersi dietro alcune autovetture parcheggiate nei pressi del Santuario. Anche per lei, visti i tanti precedenti per furto con destrezza e in abitazione, è stata allontanata dal Comune di Caposele, con foglio di via obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono fedeli ma invece sono a Materdomini per commettere reati

AvellinoToday è in caricamento