rotate-mobile
Cronaca Solofra

RSA Guarino di Solofra, monta la tensione tra il personale: "Bisogna verificare irregolarità nei contratti di lavoro"

Le operatrici della struttura, infatti, hanno inviato una missiva all'Ispettorato del Lavoro e alla UIL per verificare la presenza di eventuali irregolarità

Come abbiamo riferito il 3 marzo scorso, la RSA "Fabrizio Guarino" di Solofra è stata commissariata dalla Regione Campania.  In una missiva inviata della Direzione generale per le politiche sociali della Regione, al presidente e ai componenti del cda della Residenza Anziani, al Consorzio A5, al sindaco di Solofra e all’arcivescovo di Salerno, è stato comunicato l’avvio del procedimento di attuazione dei poteri sostitutivi: “A seguito di ulteriori segnalazioni anche anonime pervenute con riguardo alle assunte criticità ed irregolarità nella gestione della RSA, veniva richiesto all’Ambito dei Servizi Sociali A5 di riferimento in indirizzo di conoscere lo stato del procedimento avviato dal medesimo nei confronti della ASP Casa di Risposo” Fabrizio Guarino” per la revoca delle autorizzazioni al funzionamento dei servizi residenziali quale casa Albergo per persone anziane”.

La Regione, nel dettaglio, specificava che la revoca dei provvedimenti di autorizzazione e di accreditamento per la “Fabrizio Guarino” è dovuta “a delle criticità ed irregolarità rilevate dall’Ambito A5 nell’esercizio delle funzioni di controllo e di vigilanza sulle attività e sui servizi erogati dall’Azienda e avvia il procedimento di scioglimento dell’organo di Amministrazione ordinario”. Decorsi i 30 giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento di scioglimento del Consiglio di amministrazione si procederà alla nomina, con decreto del Presidente della Giunta regionale della Campania, di un Commissario per la reggenza temporanea dell’Azienda in sostituzione del disciolto ordinario organo amministrativo.

I problemi con la RSA di Solofra, però, non finiscono qui. Le operatrici della struttura, infatti, hanno inviato una missiva all'Ispettorato del Lavoro e alla UIL per verificare la presenza di eventuali irregolarità, nella fattispecie, nei contratti dei dipendenti facendo riferimento ai contratti collettivi nazionali di riferimento (CCNL), in quanto nelle buste paga si presume ci siano delle irregolarità ai notturni vengono applicate tariffari anomali; le festività non vengono calcolate in modo adeguato in quanto
vengono retribuite come se fosse un giorno qualunque; i riposi molto spesso vengono inseriti in busta paga come ferie non
richieste e non come riposo; i turni non sono concordanti con quello scritto in busta paga. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RSA Guarino di Solofra, monta la tensione tra il personale: "Bisogna verificare irregolarità nei contratti di lavoro"

AvellinoToday è in caricamento