rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Stroncato a 18 anni da aneurisma, in aula le testimonianze degli amici di Matteo

Nella giornata di oggi, presso il Tribunale di Avellino, nuova udienza nel processo relativo alla morte di Matteo Reppucci

Nella giornata di oggi, presso il Tribunale di Avellino, nuova udienza nel processo relativo alla morte di Matteo Reppucci. Il giovane studente di Chiusano San Domenico deceduto nell’ottobre del 2018 all'Ospedale Moscati a causa di un aneurisma alla orta. Il ragazzo era già stato ricoverato tra il 3 e il 4 ottobre dello stesso anno. Matteo, in seguito ad un malore, era stato visitato dai sanitari della struttura sanitaria. Ma in quella circostanza i medici, nonostante le opportune verifiche, non avevano riscontrato alcuna anomalia grave.  

Gli amici di Matteo ascoltati in aula 

Nella giornata di oggi, in aula, sono state ascoltate le ultime testimonianze volute dal Pubblico Ministero; gli amici di Matteo Reppucci. Nella prossima udienza, invece, calendarizzata per il 20 luglio 2023, saranno ascoltati i consulenti tecnici di parte civile e, infine, la sorella di Matteo Reppucci. 

I familiari di Matteo attendono di conoscere la verità

I funerali di Matteo furono celebrati il 18 ottobre 2018 nella piccola chiesa di Santa Maria degli Angeli a Chiusano San Domenico, il paesino dove il 18enne Matteo Reppucci abitava con i genitori. I compagni di classe, i parenti e altri cittadini parteciparono numerosi e con grande commozione al lutto cittadino, indetto dal sindaco Carmine De Angelis. Non lontano dalla chiesa ebbe luogo anche un presidio di palloncini, gialli e bianchi, come quelli già sventolati dai ragazzi del liceo Mancini durante il corteo che fu indetto in onore del ragazzo di Chiusano. Il “golden boy” - così lo chiamavano gli amici più stretti – che se ne è andato via troppo presto. Presso il Tribunale di Avellino, adesso, è in corso la fase dibattimentale che, a quasi cinque anni da quella tragedia, dovrà dare una risposta ai genitori di Matteo. Quest'ultimi, fin dall'inizio -  per bocca del difensore di fiducia, l'avvocato Innocenzo Massaro - hanno sempre invocato chiarezza sul decesso del figlio. Capire fino in fondo cosa sia accaduto, specialmente in merito al primo ricovero in ospedale, avvenuto tra il 3 e il 4 ottobre 2018. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato a 18 anni da aneurisma, in aula le testimonianze degli amici di Matteo

AvellinoToday è in caricamento