menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinviato a giudizio il presidente dell'Alto Calore Lello De Stefano

Rimborsopoli all'Alto Calore. Il caso esplose tra fine luglio e inizio agosto 2014

Rimborsopoli all'Alto Calore. Il caso esplose tra fine luglio e inizio agosto 2014. A tre anni di distanza di indagini il magistrato di turno ha rinviato a giudizio l'attuale presidente Lello De Stefano. La prima udienza a febbraio: il presidente dell’ente sarà chiamato a difendersi dalle accuse di peculato e truffa, in particolare per un utilizzo improprio dell’auto aziendale. A far scoperchiare la pentola ci pensò Gianluca Festa che a mezzo stampa dimostrò l'allegro utilizzo di risorse pubbliche ma per fini personali. Ora De Stefano, dovrà affrontare il processo. 

"Siamo innanzitutto soddisfatti per il proscioglimento dall'accusa di calunnia nei confronti del consigliere comunale. Allo stesso tempo dimostreremo a dibattimento con serenità che mai c'è stato un utilizzo improprio dell'autovettura di servizio. Per questo attendiamo tranquilli l'inizio del processo" è il commento del penalista Nella Pizza che difende il manager Alto Calore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento