Il Riesame accoglie il ricorso di Taccone: dissequestro per quasi 3 milioni di euro

L'ex patron dell'Us Avellino riottiene gran parte dei beni sequestrati

Il Tribunale del Riesame ha accolto il richiesto dell'ex patron dell'Us Avellino, Walter Taccone, riguardante il dissequestro di buona parte dei beni finiti nel mirino della Procura di Avellino.

Dissequestrati quasi 3 milioni di euro

La somma inizialmente posta sotto sequestro, lo scorso 12 giugno, ammontava a circa 4 milioni e 700 mila euro. Ora, grazie all'esito favorevole del Riesame, Taccone riavrà indietro una somma pari a 2 milioni e 879 mila euro. Pertanto, rimarranno sotto sequestro soltanto 1.821.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ex proprietario del club calcistico biancoverde era finito nel mirino della Procura di Avellino, in seguito ad alcune verifiche fiscali che hanno permesso di portare alla luce evasioni di imposte e omessi versamenti di ritenute e Iva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scatta il nuovo Dpcm: ecco cosa si può fare dopo le 18.00

  • Mentre a Napoli monta la rivolta, Avellino si svuota alle 23.00

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i contagi di oggi: 12 soltanto ad Avellino

  • Carmela Faggiano è stata ritrovata

  • Coronavirus, pizzeria avellinese chiude in via precauzionale

  • Coronavirus in Irpinia, sono 91 i contagi di oggi: 17 ad Avellino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento