Il Riesame accoglie il ricorso di Taccone: dissequestro per quasi 3 milioni di euro

L'ex patron dell'Us Avellino riottiene gran parte dei beni sequestrati

Il Tribunale del Riesame ha accolto il richiesto dell'ex patron dell'Us Avellino, Walter Taccone, riguardante il dissequestro di buona parte dei beni finiti nel mirino della Procura di Avellino.

Dissequestrati quasi 3 milioni di euro

La somma inizialmente posta sotto sequestro, lo scorso 12 giugno, ammontava a circa 4 milioni e 700 mila euro. Ora, grazie all'esito favorevole del Riesame, Taccone riavrà indietro una somma pari a 2 milioni e 879 mila euro. Pertanto, rimarranno sotto sequestro soltanto 1.821.000 euro.

L'ex proprietario del club calcistico biancoverde era finito nel mirino della Procura di Avellino, in seguito ad alcune verifiche fiscali che hanno permesso di portare alla luce evasioni di imposte e omessi versamenti di ritenute e Iva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

Torna su
AvellinoToday è in caricamento