Ricerche Pasqualino, fuoristrada rimane impantanato nel fango

Nella giornata di ieri sono iniziate le ispezioni nei vari pozzi, canali, vasche e laghetti

Le ricerche di Pasqualino La Porta, il 48enne scomparso lo scorso 24 gennaio, continuano senza sosta ma il tempo non aiuta e le zone da percorrere sono impervie. Addirittura, un fuoristrada del Corpo Forestale della Stato si è impantanato nel fango in contrada Vascavino. 

Nella giornata di ieri, poi, sono iniziate le ispezioni nei vari pozzi, canali, vasche e laghetti. Il primo intervento ha riguardato un pozzo a Vascavino, nei pressi dell’abitazione dell’uomo scomparso e dei suoi familiari. In questo caso, è stata utilizzata una sonda camera, con l’ausilio di Mondo Sapr, lo stesso sistema che sarà utilizzato per analizzare altri luoghi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Molte associazioni hanno deciso di unirsi alle ricerche e sono partiti anche due droni per monitorare le aree interessate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Tragedia in Irpinia: muore schiacciato dal camion dei rifiuti

  • Coronavirus, il Governo prepara la Fase 2: le prime a riaprire saranno le aziende

  • La Pizzeria Romana svela la ricetta della pizza in teglia

  • La pastiera si prepara a casa, la ricetta di famiglia del Gran Caffè Romano

Torna su
AvellinoToday è in caricamento