rotate-mobile
Cronaca Mirabella Eclano

Raid incendiario allo scuolabus di Mirabella Eclano, il Pm chiede l'archiviazione

I difensori della ditta che aveva in gestione lo scuolabus sono pronti a dare battaglia

Tutti ricordano il grave raid incendiario avvenuto a Piano Pantano, frazione di Mirabella Eclano, intorno alle 21 dello scorso 14 agosto 2022. Ignoti diedero fuoco ad uno scuolabus del Comune di Mirabella Eclano. Il mezzo che è andato parzialmente distrutto era parcheggiato in un piazzale chiuso e recintato. A dare l’allarme alcuni passanti. Sul luogo si portarono prontamente i vigili del fuoco di Grottaminarda, che domarono le fiamme evitando danni maggiori alle abitazioni vicine. Dai primi accertamenti effettuati dai Carabinieri della stazione locale, si apprese immediatamente che l’incendio era di natura dolosa. Le fiamme si propagarono dalle ruote posteriori. Il primo cittadino di Mirabella, Giancarlo Ruggiero, all'epoca, si disse profondamente amareggiato, parlando di un "gesto di stampo camorristico. Che interesse c’era ad appiccare le fiamme ad un pulmino destinato al trasporto scolastico dei nostri bambini".

La ditta che aveva in gestione lo scuolabus si oppone 

Nuovi sviluppi giungono sulla vicenda: il Pubblico Ministero della Procura di Benevento, dott. Giulio Barbato ha chiesto l'archiviazione dell'indagine. Una scelta, quella del magistrato, che ha trovato immediatamente la ferma opposizione degli Avv.ti Elisabetta ed Alberto Maria Acone, difensori di fiducia della ditta che aveva in gestione lo scuolabus. Quest'ultimi sono pronti a opporsi con forza all'archiviazione, poichè - nella fattispecie - per questa vicenda è stato indicato anche un presunto colpevole. Adesso, il prossimo mercoledì 26 aprile, i legali visioneranno il fascicolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid incendiario allo scuolabus di Mirabella Eclano, il Pm chiede l'archiviazione

AvellinoToday è in caricamento