menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ristoratori sul piede di guerra: "Inconcepibile non ritirare l'umido il lunedì"

La nota è dell'associazione Irpiniacom, centro commerciale naturale di Ariano Irpino

"Ariano Irpino è un Comune atipico, con un’alta concentrazione di attività ricettive e una lunghissima tradizione culinaria. I ristoranti, numerosissimi, sono uno dei pilastri della nostra economia. Uno sbocco occupazionale che tra indotto e diretto dà lavoro a centinaia e centinaia di famiglie. A queste attività, non ci sarebbe nemmeno da dirlo, la vita andrebbe agevolata il più possibile e non al contrario complicata. La nota è dell'associazione Irpiniacom, centro commerciale naturale di Ariano Irpino.

Eppure sono giorni che, inascoltati, i ristoratori segnalano la inopportunità di saltare la raccolta dell’umido il lunedì mattina. È assurdo che il ritiro avvenga il mercoledì  e poi il venerdì. È proprio negli ultimi quattro  giorni della settimana che queste attività hanno il picco di clienti. Come possono tenere stoccati per quattro giorni una mole così elevata di rifiuto organico? Si capisce da soli che una cosa del genere è improponibile e pregiudica le attività stesse. L’organico va ritirato anche il lunedì mattina, almeno per i ristoranti. 

Oppure basterebbero alcuni scarrabili posizionati in aree idonee per risolvere il problema rifiuti, raccogliendo l’umido stoccato dai ristoratori  soprattutto nei weekend.

Inoltre come Consorzio Irpiniacom , abbiamo sottolineato l’importanza di potenziare i controlli su chi getta rifiuti in strada, cosa che avviene con il contagocce per carenza di personale addetto della polizia locale, per carenza di fondi e per il blocco delle guardie ambientali. Quando si fanno le cose si dovrebbe cercare sempre di migliorarle e non di peggiorare la situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento