Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Psichiatra trovata morta in piscina, rinviato l'esame autoptico

Si continua a indagare sulle cause del decesso di Antonella Bruno, la psichiatra di 61 anni, il cui corpo è stato rinvenuto privo di vita all'interno della piscina della sua abitazione, a Mercogliano

Restano ancora avvolte nel mistero le cause che hanno portato al decesso di Antonella Bruno, la psichiatra di 61 anni, il cui corpo è stato rinvenuto privo di vita all'interno della piscina della sua abitazione, a Mercogliano, in Via Nazionale Torrette.

L'esame autoptico, previsto nella giornata di oggi, è stato, infatti, rimandato a lunedì prossimo.

L'inchiesta della Procura di Avellino 

A notare il cadavere della donna nell'acqua è stato un condomino. Il corpo è stato recuperato dai Vigili del Fuoco del comando di Avellino e, successivamente, è stato trasportato presso l’Ospedale Moscati di Avellino

La Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal procuratore Domenico Airoma, ha aperto un’inchiesta per fare chiarezza sul decesso. Dalle prime analisi esterne sul corpo della 61enne è stato stabilito che la morte è sopraggiunta per annegamento: la donna potrebbe essere scivolata in piscina perché colta da un improvviso malore, oppure per una fatalità; escluso, come detto, che possa essere stata vittima di un'aggressione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psichiatra trovata morta in piscina, rinviato l'esame autoptico

AvellinoToday è in caricamento