Furbetti del cartellino all'Asl di Avellino, 33 imputati a processo

Nella giornata di oggi, dinanzi al giudice Pierpaolo Calabrese, inizierà il processo

Nella giornata di oggi, dinanzi al giudice Pierpaolo Calabrese, inizierà il processo a carico dei 33 imputati coinvolti nell'inchiesta sui furbetti del cartellino dell'Asl di Avellino

I dipendenti dell’Asl di Avellino sono accusati di assenteismo sul lavoro. Chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito del procedimento nato dall’operazione Badge Malati. 

Il primo filone delle indagini è partito nel 2015 e ha portato alla sospensione per truffa di 21 dipendenti dell’azienda sanitaria locale di Avellino. I cosiddetti furbetti del cartellino si assentavano in maniera ingiustificata dall’ufficio, allontanandosi dal posto di lavoro spesso grazie anche ad altri colleghi che timbravano i cartellini anche per gli assenti.

I 33 imputati che, oggi, come disposto dal gup Paolo Cassano, che li aveva rinviai a giudizio, dovranno affrontare un processo. Dirigenti e dipendenti dell'Asl dovranno dimostrare la loro innocenza e saranno rappresentati, fra gli altri, dagli avvocati Gaetano Aufiero, Stefano VozellaAlberico VillaniNello PizzaElisabetta AconeGiovanna Perna e Benedetto Vittorio De Maio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Rientro a scuola, il dottor Iuzzolino scrive alle istituzioni: "Sarete responsabili di eventuali danni"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento