Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Processo di appello al Clan Sibillo: colpo di scena in aula

Quasi tutti i difensori dei circa 20 imputati hanno rinunciato ai motivi di appello nella speranza di ottenere uno sconto di pena nel giudizio di secondo grado

Colpo di scena ieri mattina dinanzi alla Prima Sezione della Corte di Appello di Napoli nel processo al Clan Sibillo.

Quasi tutti i difensori dei circa 20 imputati hanno rinunciato ai motivi di appello nella speranza di ottenere uno sconto di pena nel giudizio di secondo grado.

Sibillo Vincenzo, detto "O' Ninn", presente in videocollegamento dal Carcere di massima sicurezza di Taranto ove si trova ristretto, difeso dagli avvocati Rolando Iorio e Dario carmine Procentese, non ha avanzato invece alcuna rinuncia, insistendo per l'accoglimento dei motivi di appello predispiosti dalla difesa.

Il processo ha ad oggetto le attività criminali del clan camorristico Sibillo il quale, sebbene decimato da arresti e morti violente, in breve tempo sarebbe riuscito a riorganizzarsi mantenendo il controllo delle attività illecite nella zona dei Decumani, ed in particolare del lucroso business degli stupefacenti e della capillare attività estorsiva ai danni degli esercenti commerciali di via dei Tribunali  e zone limitrofe.

L'udienza è slittata al prossimo 8 Novembre 2021, allorquando ci sarà la requisitoria del Procuratore Generale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo di appello al Clan Sibillo: colpo di scena in aula

AvellinoToday è in caricamento