Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Baby squillo: processo rinviato ad aprile

A causa dell'adesione degli avvocati difensori all'astensione nazionale

Oggi si sarebbe dovuta tenere l'udienza preliminare per i due imputati nell'inchiesta sul giro di prostituzione minorile che ha sconvolto Avellino ma, a causa dell'adesione degli avvocati difensori all'astensione nazionale (con consenso degli imputati gravati da misure cautelari), è stata rinviata al 23 aprile.  

Sarebbero dovuti comparire di fronte al gup del tribunale di Napoli, Isabella Iaselli, il 70enne di Mercogliano, Federico De Vito, e l'87enne di Lapio, Mario Luciano. Il terzo indagato, invece, Pino Roselli, 51enne di Avellino, ha patteggiato a due anni con pena sospesa ed è potuto tornare in libertà. 

Gli imputati, in presenza dei rispettivi difensori, dovranno smontare le pesantissime accuse mosse a loro carico. Successivamente, ancora, toccherà al pm discutere e alla difesa delle ragazze affidata, in questo caso, agli avvocati Fabio Tulimiero, Michele Scibelli, Giovanni D'Ercole e Paola Forcione. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby squillo: processo rinviato ad aprile

AvellinoToday è in caricamento