menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profanato il Presepe di Mercogliano, D'Alessio: "Puniremo il responsabile"

Troncate le dita dalle mani di una statua, il sindaco è furioso: "Sono molto indignato non solo per il deplorevole gesto, ma perchè dietro di esso intravedo noia, pochezza, mancanza di valori"

Un episodio increscioso e deplorevole è avvenuto oggi a Mercogliano. Ignoti hanno letteralmente profanato il Presepe allestito nel comune alle porte del capoluogo irpino, troncando alcune dita dalle mani di una delle statue.

Il vergognoso gesto ha, ovviamente, scatenato la reazione del sindaco, Vittorio D'Alessio: "Ho creduto fermamente nei mercoglianesi e non ho voluto recintare le scene del Presepe perchè avevo fiducia nella cura che avrebbero avuto di questo dono di Natale. Ho sbagliato! E adesso andrò fino in fondo, per punire chi ha rovinato le mani di una delle statue. Sono molto indignato non solo per il deplorevole gesto, ma perchè dietro di esso intravedo noia, pochezza, mancanza di valori. Ho sempre detto, e lo ribadisco, che la mia porta è spalancata a tutti, soprattutto ai ragazzi che forse si sentono oppressi, annoiati, demotivati. Venite, parliamo, condividiamo un progetto, non restate per la strada ad ingannare il tempo facendo stupidaggini. Sono mesi che "combatto" con gruppi di ragazzini che, in barba ad ogni disposizione governativa, trascorrono il loro tempo ammassati fino a notte fonda per il Viale. Mi chiedo dove siano i loro genitori e i valori che avrebbero dovuto trasmettergli. Questa città deve svoltare, ma per farlo devono svoltare innazitutto i cittadini, deve cambiare la loro mentalità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento