menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco al volante? Il Prefetto decide di non farti ritirare immediatamente la patente

Il caso farà discutere: "Non ritirate più i permessi di guida con tasso alcolemico da 0,8 a 1,5". Si scatena la protesta di agenti, associazioni e operatori della sicurezza stradale

Ubriaco alla guida ad Avellino? Non corri rischi di farti ritirare la patente immediatamente. E' di pochi giorni fa l'ordinanza del Prefetto Carlo Sessa (resa nota dal giornale Repubblica.it/motori), che ha deciso di fatto di modificare il Codice della strada e con una sua nota inviata a tutte le forze di polizia della provincia dispone che nel caso di controllo dell’alcolemia con l’esito positivo indicato dall’art.186 comma 2 lett. “B” (tasso alcolemico compreso tra 0,81 g/l e 1,5 g/l) di non ritirare più il documento di guida e inviare soltanto il relativo rapporto.

Quindi in questo caso il prefetto di Avellino non solo non si prende la responsabilità di levare dalla strada coloro che guidano ubriachi ma anzi dà un'ulteriore spallata al sistema sanzionatorio.
Una decisione che fa discutere.

E' il primo caso in Italia. Come premessa nella nota del prefetto si legge che: "la giurisprudenza ormai costante, di questa provincia,  che anche in sede di appello annulla sospensione delle patenti di guida adottate per violazione dell'art 186 impone di diramare nuove disposizioni atte ad evitare l'oggettiva controversa scrittura della norma comporti pesanti ricadute sulla pubblica anmministrazione".
"Ora ci si mettono pure i prefetti a cambiare d’imperio le leggi e il CdS. Così non si può lavorare - dice l'ASAPS Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale -  abbiamo segnalato la situazione ai vertici del Dipartimento di P.S. per un intervento chiarificatore e di rimozione di questo assurdo provvedimento".

Immagine-32

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento