Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca ciardelli

Pietrastornina, cittadini in piazza a Ciardelli: "No agli immigrati"

Intanto il sindaco del paese Antonio Turtoro con un'ordinanza, ha vietato lo scarico delle acque reflue nella rete della pubblica fognatura proveniente dall'immobile che dovrebbe ospitare i migranti

A Pietrastornina è stata consegnata nei giorni scorsi alle autorità preposte, una petizione popolare contro la possibilità di ospitare sul proprio territorio altri immigrati dopo la chiusura del centro di accoglienza della scorsa settimana.

Nel preambolo alla raccolta di firme si legge che "in merito alle notizie che sempre più insistentemente circolano nella comunità pietrastorninese circa il dislocamento sul territorio del Comune di Pietrastornina, e segnatamente presso la frazione Ciardelli Inferiore dello stesso, di un ulteriore contingente di circa 35 migranti, i sottoscrittori della presente petizione popolare, manifestano la propria ferma ed assoluta contrarietà a tale ipotesi di incremento". I cittadini alle falde del monte Partenio, rivendicano "il proprio contributo in termini di solidarietà verso i migranti» e non si rendono più disponibili a successivi sforzi in quanto «il paese in generale è carente di ulteriori strutture adeguate, soprattutto dal punto di vista del necessario controllo afferente la sicurezza pubblica e la privata incolumità, ad ospitare migranti della più varia provenienza ed etnia". Nella missiva si concludeva che contrariamente "verranno effettuate azioni di protesta e di disobbedienza civile anche eclatanti".

E la protesta è arrivata; tant’è che i cittadini insieme al movimento Casapound si sono riuniti in piazza. "Quest'oggi è stato ottenuto un ottimo riscontro da parte di decine di residenti e dall'amministrazione locale che hanno partecipato alla raccolta firme e all'assemblea pubblica organizzata dal comitato di cittadini.
Vogliamo rispondere con le nostre azioni, con i fatti e con la partecipazione dei cittadini a coloro che, senza trovare argomenti validi, cercano di sminuire le intenzioni del comitato e le motivazioni delle decine di persone che si sono unite alla lotta per la tutela del nostro territorio definendoci razzisti, xenofobi e senza cuore" dicono i referenti.

Intanto  il sindaco del paese Antonio Turtoro con un’ordinanza, ha vietato lo scarico delle acque reflue nella rete della pubblica fognatura proveniente dall’immobile che dovrebbe ospitare i migranti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietrastornina, cittadini in piazza a Ciardelli: "No agli immigrati"

AvellinoToday è in caricamento