Petracca difende De Luca alla luce del sole, in silenzio gli altri consiglieri

Il consigliere dell'Unione di Centro è l'unico a parlare dell'inchiesta che vede coinvolto il governatore della Regione Campania: "Sono convinto che rapidamente la questione si chiarirà"

I consiglieri regionali avellinesi restano in silenzio. Sono quattro e tutti a sostegno della maggioranza. Il caso De Luca li ha scossi. Unico ad avere la forza di dire qualcosa è Maurizio Petracca dell'Unione di Centro. "E' superfluo dire che nella vicenda che vede coinvolto anche il presidente De Luca confido completamente nell'operato della magistratura. Sono convinto che rapidamente la questione si chiarirà perché è gusto che i cittadini abbiano tutte le risposte al riguardo. Mi sento di condividere la posizione assunta dal presidente De Luca - continua Petracca - che ha fatto riferimento ad una sfida per la trasparenza e la legalità che parta dalla Campania. E' una battaglia che ci vede impegnati quotidianamente e rispetto alla quale è giusto e doveroso non indietreggiare nemmeno di un passo. Noi siamo impegnati - conclude Petracca - sul conseguimento dei risultati, sulle cose da fare e da fare bene nell'interesse esclusivo della comunità campana. Su questo non faremo mancare il nostro contributo concreto e propositivo".

L'inchiesta andrà avanti. E si arricchisce di ulteriori particolari. 

A integrazione delle dichiarazioni di questa mattina, il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha pubblicato sul sito istituzionale della Regione Campania la richiesta, datata 29 ottobre 2015, di essere ascoltato dalla competente Autorita' giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera al procuratore capo della Repubblica di Roma e' firmata dall'avvocato Paolo Carbone, difensore di De Luca: il legale scrive a nome del suo assistito, "indagato nel procedimento penale in epigrafe", esprimendone la volonta' "di sottoporsi ad interrogatorio nella prospettiva di un chiarimento della sua posizione e della sua completa estraneita' rispetto al fatto per cui si procede". "E' vittima in questa situazione, come anche lui mi ha detto", riferisce Carbone, che si dice "piu' che fiducioso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni di giugno pagate in anticipo: in Campania aumenteranno le minime

  • Decreto Rilancio, da oggi IVA zero sui dispositivi di protezione: ecco quali

  • Ha un tumore al fegato: gli specialisti del Moscati gli donano una speranza

  • Shock a Mercogliano, spari contro un'auto con quattro giovani a bordo

  • Ennesima tragedia della solitudine, donna si toglie la vita gettandosi dal balcone

  • Coronavirus ad Ariano, dallo screening sierologico riscontrati circa 700 positivi

Torna su
AvellinoToday è in caricamento