rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Gestione delle strutture pubbliche, il Comune si attiva per i bandi

La prossima settimana il settore Patrimonio provvederà a pubblicare il bando e ad attivare tutte le procedure. Si tratta di uno dei tanti interventi che l’Assessore Elena Tordela, in sintonia con il settore, ha inteso predisporre nell’ambito dell’azione di ricognizione avviata per la valorizzazione del Patrimonio comunale

Nuovo bando per l’affidamento in gestione della struttura che ricade nel parchetto di Piazza Kennedy e che già dagli inizi della prossima estate potrebbe essere resa fruibile e destinata ad attività per la somministrazione di alimenti e bevande ed anche per la preparazione di pasti caldi da asporto.

La prossima settimana il settore Patrimonio provvederà a pubblicare il bando e ad attivare tutte le procedure. Si tratta di uno dei tanti interventi che l’Assessore Elena Tordela, in sintonia con il settore, ha inteso predisporre nell’ambito dell’azione di ricognizione avviata per la valorizzazione del Patrimonio comunale, in continuità con chi l’ha preceduta. “Siamo al terzo tentativo di bando per l’edificio di Piazza Kennedy – chiarisce l’assessore al Patrimonio – ma questa volta auspico il raggiungimento del risultato. I criteri della gara sono stati migliorati: infatti oltre ad aver provveduto ad abbassare il canone mensile di locazione ad euro 1.500, abbiamo anche previsto nel contratto l’utilizzo gratuito dell’area circostante, pensando alla possibilità, per chi gestirà la struttura, di organizzare eventi, attività culturali e di socializzazione, con il solo vincolo di provvedere alla manutenzione della zona. Credo si tratti di una struttura appetibile, ben inserita in quella che sarà la nuova fruizione dell’intera area una volta trasferito il terminal degli autobus e riaperta Piazza Libertà che sarà resa pedonale. La nuova passeggiata saprà sicuramente confluire e coinvolgere il parchetto che richiamerà tanti visitatori anche grazie alla presenza dell’area coperta dalla vegetazione che restituisce una piacevole frescura”.

La volontà è quella di mettere a reddito tutti gli immobili comunali per fare cassa e destinare gli introiti ad altre voci importanti che oggi, per mancanza di liquidità, fanno registrare alcune criticità, come la manutenzione delle strutture pubbliche. Proprio per questo, nella logica della buona amministrazione, si sta realizzando una sinergia sempre più concreta tra i diversi assessorati impegnati a lavorare per ricercare soluzioni immediate ai problemi, garantendo legalità, trasparenza ed efficacia. Quello della sinergia è un punto sul quale l’assessore Elena Tordela è particolarmente attenta. “Ritengo fondamentale – spiega – il confronto ed il dialogo tra noi assessori anche perché molte delle azioni che avviamo sono collegate tra di loro e consequenziali: solo muovendoci in sintonia sarà più semplice individuare tutte le azioni e le strategie utilizzabili per rispondere alle aspettative dei cittadini. Riguardo al mio assessorato, stiamo raccogliendo e verificando tutti i dati necessari per operare una valutazione della reale consistenza del patrimonio al fine di valorizzarlo e metterlo a reddito”.

Al settore patrimonio si sta infatti lavorando per l’affidamento di altri immobili, come il caso delle strutture all’interno di Parco Santo Spirito-Manganelli e, contestualmente, si sta procedendo ad individuare e sanare le situazioni di chi utilizza le strutture pubbliche non onorando i contratti e non provvedendo ai pagamenti dei canoni di locazione. “Anche su questo fronte – precisa l’assessore Tordela – stiamo procedendo per gradi: provvederemo ad emettere ordinanze di sgombero, ove necessario, per liberare le strutture che riaffideremo attraverso nuovi bandi di gara, sempre nel rispetto di tutti i parametri che il regolamento per i beni del Comune di Avellino indica”. L’impegno dell’assessore al patrimonio Elena Tordela resta quello di realizzare un settore sempre più visibile, di facile e immediato accesso per i cittadini, che attraverso un circuito telematico, anche da casa, possono ricevere risposte immediate alle loro istanze. “Ho in mente di realizzare – chiarisce l’assessore – una Anagrafica del Patrimonio da pubblicizzare sul nostro sito istituzionale, che fornisca la carta dettagliata degli immobili, i vari modelli di domanda, il Regolamento, che sicuramente andrà rivisto, e tutte le notizie utili a rendere più rapida qualsiasi procedura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione delle strutture pubbliche, il Comune si attiva per i bandi

AvellinoToday è in caricamento