menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassazione respinge il ricorso sul dissequestro dei beni dell'Ordine dei Frati Francescani

L'Ordine dei Frati Francescani dell'Immacolata, fondato nel 1970 da Padre Stefano Manelli, nota figura di religioso, i cui genitori sono stati dichiarati Servi di Dio dalla Chiesa, e' stato commissariato dalla Congregazione per i religiosi nel luglio 2013. Le associazioni di laici legate all' ordine e migliaia di fedeli continuano a fare riferimento a Padre Manelli e alle Opere dei Frati

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso della Procura di Avellino, confermando definitivamente il dissequestro dei beni dell' Associazione "Missione del Cuore Immacolato", una delle associazioni intestatarie dei beni dell'Ordine dei Francescani dell'Immacolata, disposto dal Tribunale del Riesame nel giugno scorso.

La Cassazione ha accolto la richiesta dei legali dell'Associazione di laici, Gianfranco Antonelli e Massimo Krogh, giudicando inammissibile il ricorso.

Il Tribunale del Riesame di Avellino aveva disposto il dissequestro dei beni, ordinando l' immediata restituzione degli stessi alla "Missione del Cuore Immacolato".

Tra essi un immobile a Roma, nella zona di Boccea, del valore di 2 milioni e 300 mila euro.

"La dichiarazione di inammissibilita' del ricorso della Procura - afferma il presidente dell' associazione, Alfonso Rocco - mette la parola fine alla vicenda".

L'Ordine dei Frati Francescani dell'Immacolata, fondato nel 1970 da Padre Stefano Manelli, nota figura di religioso, i cui genitori sono stati dichiarati Servi di Dio dalla Chiesa, e' stato commissariato dalla Congregazione per i religiosi nel luglio 2013. Le associazioni di laici legate all' ordine e migliaia di fedeli continuano a fare riferimento a Padre Manelli e alle Opere dei Frati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento