Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Operazione antidroga svela un “delivery” di spaccio online, l'indagato resta ai domiciliari

Era stata creata una vera e propria "centrale dello spaccio" online di sostanze stupefacenti

Luigi Renzulli, studente universitario trentenne difeso di fiducia dall'avvocato Gerardo Santamaria, resta agli arresti domiciliari. È stato scoperto dalla Squadra Mobile di Avellino in possesso di 111.000 euro in contanti (quelli sequestrati tra la sua vettura e le abitazioni in suo possesso), 754 grammi di hashish (cinque panetti, di cui tre nascosti dietro al frigorifero, e 168 grammi di marijuana nascosti nel bagagliaio dell'auto), oltre a una bustina contenente flaconcini di THC e 53 banconote da 50 euro false. Il GIP del Tribunale di Avellino ha accettato la richiesta di convalida dell'arresto e ha emesso una misura cautelare agli arresti domiciliari, come richiesto dalla Procura di Avellino.

L'arresto e la scoperta della "Centrale dello spaccio online"

Il 18 ottobre scorso,la Polizia di Stato ha portato a termine con successo un'operazione di arresto, catturando il 30enne Luigi Renzulli vicino al casello autostradale di Avellino Ovest, con 168 grammi di marijuana nel bagagliaio del suo veicolo, insieme a oltre 7.000 euro in banconote contenute in un borsone, e ulteriori 900 euro nel vano portaoggetti dell'auto. Questo ha innescato ulteriori indagini. Durante una perquisizione domiciliare, sono stati scoperti 111.000 euro e banconote da 50 euro contraffatte, oltre a 700 grammi di hashish in buste sottovuoto, bustine di plastica contenenti liquido ambrato (presumibilmente contenente THC) e una macchina per il sottovuoto. Questo fa sospettare un'attività di spaccio. Sembra che il giovane abbia creato una "centrale dello spaccio" online di sostanze stupefacenti, utilizzando i social e i canali Telegram per vendere droga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione antidroga svela un “delivery” di spaccio online, l'indagato resta ai domiciliari
AvellinoToday è in caricamento