menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operaio morto sul lavoro, la CGIL tuona: "Continua la strage"

"Rafforzare i controlli e adeguare il personale degli enti preposti al controllo"

Continua la strage sul lavoro, stasera a Mercogliano un'altra vittima! Come Cgil nel dire Basta Morti sul Lavoro, Siamo vicini ai familiari. Ribadiamo che Devono essere rafforzati i controlli preventivi, adeguare il personale degli enti preposti ai controlli. Chiedere prevenzione e massima attenzione nell'ambito delle attività lavorative è un obbligo morale che tutti insieme dobbiamo rilanciare per cambiare. I costi in termini di morti e di infortuni sul lavoro è inaccettabile e insopportabile.

L'inail deve potenziare i controlli e migliorare la formazione dei lavoratori in tutti i luoghi di lavoro. Il 2020 inizia in maniera drammatica e simile all'anno precedente che ha visto un'impennata degli incidenti e di infortuni, anche mortali, in Irpinia e in Italia. Le Morti, così dette bianche, sono inaccettabili per un paese civile e settima nazione manifatturiera mondiale. Una verifica puntuale, da parte delle autorità preposte, dell'accaduto è necessaria e fondamentale per la memoria del lavoratore, dei suoi familiari e per tutte e tutti i lavoratori, che ogni giorno vanno al lavoro per Vivere e tornare dai propri Cari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento