Omicidio Tornatore, chiesta conferma condanne per Vietri e Rainone

I giudici, accogliendo le richieste del Pm Simona Rossi, emisero la sentenza di ergastolo con isolamento per Vietri e sei anni per Rainone

In data odierna, nel corso del processo sulla morte di Michele Tornatore, assassinato nell’aprile del 2017, il Procuratore generale di Napoli richiedeva la conferma delle condanne per Francesco Vietri, 56enne di Montoro, e Pasquale Rainone, 31enne di Fisciano, condannati in primo grado. I giudici, accogliendo le richieste del Pm Simona Rossi, emisero la sentenza di ergastolo con isolamento per Vietri e sei anni per Rainone.

Il delitto in odore di camorra

Tornatore, in semilibertà, aveva lasciato la Casa Circondariale di Bellizzi il 4 aprile del 2016 per non farvi mai più ritorno. L’uomo aveva noleggiato un’auto che disponeva anche di un gps, l’aveva parcheggiata nell’area di sosta di un deposito di Montoro e qui, stando a quanto affermano gli inquirenti, sarebbe stato colpito da tre colpi d’arma da fuoco e poi trasportato nella discarica dove la vettura è stata data alle fiamme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Coronavirus, l'indice Rt di Avellino è quasi il doppio di quello di Napoli

  • Stazione Hirpinia, gara per l'ultimo lotto: 330 nuovi posti per 34 km di linea

  • Zona rossa, la spesa in un altro comune è possibile se più economica: il chiarimento

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento