rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio Gioia, Limata riceve la visita dei genitori in carcere

Giovanni Limata ed Elena Gioia sono detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino

Mentre continuano le indagini riguardanti l’omicidio di Aldo Gioia ad Avellino, i due indiziati Giovanni Limata ed Elena Gioia si trovano nella struttura penitenziaria di Bellizzi Irpino. Entrambi, dopo la tragica vicenda, hanno ricevuto il supporto delle rispettive famiglie che, più volte, si sono recate in carcere per un colloquio. Intanto, la scuola della Elena Gioia ha dato la possibilità alla ragazza di completare il ciclo di studi grazie alla disponibilità degli insegnanti del liceo frequentato dalla 18enne.

L'omicidio di Aldo Gioia ad Avellino

Il pm Vincenzo Russo coordina l'indagine sull'omicidio che vede accusati la figlia della vittima, Elena Gioia, e il fidanzato Giovanni Limata, che avrebbe materialmente commesso l'omicidio. Le urla di Gioia, colpito mentre dormiva, avevano richiamato l'attenzione della moglie e dell'altra figlia e l'aggressore era scappato. Poco dopo era rincasata Elena, che aveva chiamato i soccorsi: alle forze dell'ordine aveva parlato di un'irruzione da parte di ladri. In realtà a colpire a morte Aldo è stato Giovanni Limata, fidanzato della ragazza: il giovane, rintracciato dagli agenti della Squadra mobile a Cervinara, dove abitano il padre e il fratello, ha confessato l'omicidio. Anche la 18enne Elena Gioia, quella sera stessa, ha confessato agli inquirenti di aver pianificato con il fidanzato la morte del padre ma anche della sorella maggiore e della madre. E' stata proprio Elena, infatti, a farlo entrare in casa uscendo col pretesto di andare a gettare la spazzatura e lasciando la porta aperta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Gioia, Limata riceve la visita dei genitori in carcere

AvellinoToday è in caricamento