rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio via Iannaccone, il processo slitta a marzo

Gerardo Limongiello non ha potuto essere presente, in quanto ricoverato in ospedale a causa di alcune lesioni autoinflitte

Omicidio Ficuciello. Nuova udienza nella Corte di Assise del Tribunale di Avellino. Non c?è stata, questa mattina, l?attività istruttoria prevista in quanto l'imputato, Gerardo Limongiello, non ha potuto essere presente. Limongiello, infatti, nel mese di febbraio, si è procurato delle lesioni e ha subito un delicato intervento chirurgico. L'85enne, ad ogni modo, non è in pericolo di vita. Tutto rinviato, dunque, al prossimo 30 marzo. 

La dinamica dell'omicidio

L'efferato delitto risale al 5 maggio scorso quando l'85enne Gerardo Limongiello uccide la moglie Antonietta Ficuciello di anni 83 nella loro abitazione situata in Via Iannaccone ad Avellino. Dopo l'efferato gesto, l'anziano si reca al Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino per confessare il crimine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio via Iannaccone, il processo slitta a marzo

AvellinoToday è in caricamento