menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio a Corso Vittorio Emanuele, la figlia della vittima e il fidanzato condotti in carcere

I primi indiziati dell'omicidio di Aldo Gioia, 53 anni, dipendente della Fca, sono la figlia e il fidanzato di quest'ultima

Stando a quanto emerge dalle indagini, i primi indiziati dell'omicidio di Aldo Gioia, 53 anni, dipendente della Fca, sono la figlia e il fidanzato di quest'ultima. Il 53enne è stato colpito diverse volte al torace con un grosso coltello. Successivamente, la giovane coppia è fuggita verso Cervinara, dove risiede il ragazzo.

Nella mattinata di oggi, la giovane di appena 18 anni e il fidanzato 23enne venivano trasportati in carcere dagli agenti della squadra mobile della polizia, coordinati dal vice questore Gianluca Aurilia. 

La violenza esplosa nella serata di ieri

Aldo Gioia, geometra della Fca, è morto subito dopo il ricovero in ospedale, dove era stato trasportato in gravi condizioni per le ferite riportate. La violenza è esplosa nella serata di ieri, presso l'abitazione di Corso Vittorio Emanuele. L'uomo era in compagnia della moglie, delle figlie e dei fidanzati di quest'ultime quando, intorno alle 22:45, veniva ferocemente aggredito.Le indagini sono state affidate agli agenti della Squadra Mobile guidati dal dirigente Gianluca Aurilia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso un nuovo piano vaccini, Figliuolo: "Andate e vaccinatevi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento