menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo Clan Partenio, rinviato a giudizio Damiano Genovese

La richiesta in auge veniva avanzata dai sostituti procuratori Anna Frasca e Luigi Landolfi

Prosegue senza sosta l'inchiesta relativa al Nuovo Clan Partenio. Nella fattispecie, Damiano Genovese, ex consigliere comunale con la Lega accusato di ricettazione e detenzione di pistola abusiva e di relativo munizionamento, veniva inviato a giudizio. Dovrà comparire in aula il prossimo 17 marzo ad Avellino

La richiesta in auge veniva avanzata dai sostituti procuratori Anna Frasca e Luigi Landolfi. Contestata anche l'aggravante mafiosa.

Il figlio del Boss detenuto in regime di 41 bis, ricordiamolo, è difeso dagli avvocati Gerardo Santamaria e Claudio Mauriello.

L'arresto di Damiano Genovese

Il 23 settembre scorso, i Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Avellino, hanno proceduto ad eseguire numerosi controlli e perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti del posto. 

Nel corso dell'attività, presso l’abitazione di Damiano Genovese, (ritenuto vicino al clan Partenio di Avellino), i Carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro una pistola semiautomatica calibro 7.65, completa di caricatore con 8 cartucce, pronta all’uso. L’arma era custodita all’interno dell’armadio della sua camera da letto. L’attività di polizia giudiziaria ha permesso altresì di rinvenire anche altre cartucce dello stesso calibro, occultate in un calzino. Dall’interrogazione alla Banca Dati Forze di Polizia, la citata pistola è risultata essere stata asportata nel corso di un furto in un’abitazione di Avellino (unitamente ad altre armi), perpetrato nel 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento