Nuovo Clan Partenio, le minacce al Procuratore: "Io lo uccido questo"

Questa è l'intercettazione ambientale dell’abitazione di Pasquale Galdieri

L’intercettazione ambientale all’interno dell’abitazione di Pasquale Galdieri, reggente del Nuovo Clan Partenio, lascia poco spazio alle interpretazioni: "Io lo uccido a questo". Queste sarebbero le parole rivolte al Procuratore Aggiunto della Procura di Repubblica di Avellino, Vincenzo D’Onofrio.

L'"Operazione Partenio 2.0"

L'intercettazione risale al 21 marzo 2018 e le minacce sarebbero avvenute alla presenza di un’altra persona, mentre Pasquale Galdieri era intento a guardare il telegiornale locale dove scorrevano le immagini del magistrato. Quest’ultimo aveva coordinato due inchieste che avevano colpito il gruppo di Mercogliano, una delle quali aveva portato all’arresto di Nicola Galdieri, fratello di Pasquale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

  • Stop alla rilevazione del Gas Radon: la soddisfazione di CNA e Confesercenti

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

Torna su
AvellinoToday è in caricamento