Cronaca

Nuovo Clan Partenio, Renato Freda ai domiciliari

Chiesta la scarcerazione per una delle pedine di spicco del gruppo malavitoso: problemi di salute alla base della decisione

Renato Freda è ai domiciliari. Il 37enne di Prata Principato Ultra, arrestato all'inizio dell'anno corrente a causa del suo coinvolgimento diretto nelle attività criminali del Nuovo Clan Partenio, ha ottenuto la scarcerazione, a causa dell'aggravarsi dei problemi di salute.

Freda, nello scorso febbraio, aveva già chiesto i domiciliari, senza però avere esito positivo.

Le due ditte oggetto di sequestro preventivo

Freda, assieme a Nicola Galdieri, risultava essere proprietario di due ditte: la NIRE (acronimo di Nicola e Renato) e la GAFRE (acronimo di Galdieri e Freda), entrambe localizzate nel Comune di Prata Principato Ultra ed entrambe impegnate nel settore edilizio e già sottoposte a sequestro preventivo.
Freda risultava titolare, ma in realtà era Galdieri a mantenere le redini delle due ditte. Lavori privati, ma anche interessamento di lavori sul tratto autostradale tra Avellino-Benevento sulla A16, le attività specifiche sulle quali i due membri del Nuovo Clan Partenio si muovevano ad ampio raggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Clan Partenio, Renato Freda ai domiciliari

AvellinoToday è in caricamento