rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Nuovo Clan Partenio, ridotte le pene inflitte in primo grado a Chiauzzi e Galluccio

Il gup Rossella Marro, nel 2021, condannò quattro imputati, complessivamente, ad oltre trent’anni di carcere

Nella giornata di oggi, il procuratore generale della Corte di Appello di Napoli si è pronunciato relativamente alla conferma dei trentatré anni di reclusione inflitti a Filippo Chiauzzi, Elpidio Galluccio, Pasquale Bianco e Ferdinando Bianco difesi dagli avvocati Domenico Dello Iacono, Luigi Senese, Roberto Romano e Quirino Iorio. Emessa la sentenza in appello per i quattro imputati – considerati componenti dell’organizzazione criminale Nuovo Clan Partenio – che optarono per il giudizio abbreviato. 

La Corte d'Appello di Napoli - Sezione Penale VI - in parziale riforma della sentenza emessa il 26 gennaio 2021 dal Gip del Tribunale di Napoli, appellata dai suddetti, così provvede:

  • nei confronti di Chiauzzi Filippo riduce la pena in quella di anni 12 di reclusione ed euro 8.000,00 di multa;
  • nei confronti di Galluccio Elpidio riduce la pena in quella di anni 10, mesi 5 e giorni 10 di reclusione ed euro 7.133,00 di multa;
  • conferma la condanna per Pasquale Bianco e Ferdinando Bianco.

La condanna di primo grado nel gennaio del 2021

Il gup Rossella Marro, nel gennaio del 2021, condannò a 13 anni e 4 mesi Filippo Chiauzzi (il pubblico ministero aveva chiesto 20 anni di reclusione), 11 anni e 10 mesi invece furono inflitti a Elpidio Galluccio (per lui il pm ne aveva chiesti 18 anni), mentre i fratelli Pasquale Nando e Ferdinando Bianco furono condannati rispettivamente a 4 anni e 5 anni e 4 mesi, per loro il pubblico ministero Simona Rossi aveva chiesto una condanna di 10 anni. Gli altri 22 imputati scelsero di essere giudicati con il rito ordinario e il processo è tutt’ora in corso davanti al tribunale di Avellino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Clan Partenio, ridotte le pene inflitte in primo grado a Chiauzzi e Galluccio

AvellinoToday è in caricamento