menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il NOE sequestra il depuratore di Solofra

Indagato l'amministratore della società, le accuse sarebbero di molestie olfattive

Il problema dell’odore nauseabondo

Nel corso delle indagini veniva effettuato un sopralluogo presso il sito, all’esito del quale, sono state accertate svariate criticità e anomalie nell’impianto di depurazione, in particolare, all’assenza di un idoneo sistema di abbattimento delle esalazioni maleodoranti immesse direttamente in atmosfera e dall’esercizio dell’impianto in essa di A.U.A. (Autorizzazione Unica Ambientale). Inoltre dalle sommarie informazioni rese d alcuni cittadini residenti nei dintorni dell’impianto è emerso in modo palese che le emissioni prodotte dall’impianto arrecano fastidio o molestia alla popolazione limitrofa, avendo gli stessi riferito, ad esempio, che assai spesso, soprattutto nelle notti d’estate, sono costretti a tenere chiuse le finestre ed i balconi delle proprie abitazioni per non avvertire l’odore nauseabondo proveniente dall’impianto di depurazione. Nell’adottare il provvedimento cautelare si è tenuto conto della necessità di assicurare comunque il prosieguo dell’attività di depurazione, consentendo la facoltà d’uso di quanto in sequestro, con onore per la società di gestione di provvedere ad acquistare le necessarie autorizzazioni di legge con adeguamento dell’impianto in sequestro alle prescrizioni impartite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento