Cronaca

No-Vax, De Luca entra durissimo: "Due panzoni di sessant'anni in piazza a protestare"

"Forse erano due che avevano mangiato una pizza fritta ed erano lì per digerire…"

“C’è un settore dell’opinione pubblica - fortunatamente molto piccola - che adotta comportamenti scriteriati, demenziali - afferma il governatore De Luca nel corso della consueta diretta Facebook del venerdì - ‘Il Green Pass e i vaccini toccano la libertà, io sono libero di fare ciò che voglio’. Non si è liberi di fare quello che ci passa per la testa, ma si può nell’ambito del rispetto, della vita e delle esigenze della comunità dove si vive. Quando abbiamo avuto i reparti ingolfati noi abbiamo tolto la libertà a una serie di concittadini che avevano malattie cardiologiche, neurologiche, oncologiche. Migliaia non hanno potuto godere della libertà di curarsi perché sono stati chiusi i reparti ordinari. Se la tua libertà significa togliere la libertà di cura ad altri è inaccettabile. Dobbiamo riprendere la campagna di screening oncologici e, per questo, occorre completare la campagna vaccinale. A parte qualche squinternato No-Vax, nessuno ha mai detto nulla contro l’obbligatorietà della vaccinazione scolastica per i bambini. Bene ha fatto Draghi ad affermare che si vada con forza verso la vaccinazione obbligatoria”.

Vincenzo De Luca usa l'arma del sarcasmo contro i no-vax e no-pass: "Ci sono scempiaggini che purtroppo dobbiamo ascoltare", dice. E poi l'attacco  ai no-pass e no-vax diventa una sequenza di battute: "La manifestazione? Erano in due…ma manco erano manifestanti… a Napoli erano due panzoni di sessant'anni in piazza a protestare, forse erano due che avevano mangiato una pizza fritta ed erano lì per digerire…".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No-Vax, De Luca entra durissimo: "Due panzoni di sessant'anni in piazza a protestare"

AvellinoToday è in caricamento