Violenza al Moscati, nigeriano sequestra infermiera in una stanza

Attimi di autentico terrore

Assurdo fenomeno di violenza quello avvenuto al Moscati, dove un 28enne nigeriano ha violentemente aggredito un’infermiera. Il protagonista della vicenda, un rifugiato politico già noto alle Forze dell’Ordine, probabilmente stufo di attendere il proprio turno per un semplice prelievo del sangue, ha sequestrato la donna in una stanza obbligandola a compiere immediatamente il prelievo. L'infermiera, terrorizzata, ha obbedito ma, appena il nigeriano si è distratto, ne ha approfittato per fuggire e chiamare aiuto. Sono prontamente giunti gli agenti di Polizia in servizio presso il Moscati, che hanno bloccato l'uomo e l'hanno denunciato per violenza privata e lesioni aggravate. L’infermiera ha presentato querela. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Automobile parcheggiata sulle scale a Piazza Kennedy, l'immagine virale

  • È di Solofra il nuovo tentatore di Temptation Island

  • Ferrero cerca operai di produzione a Sant'Angelo dei Lombardi

  • Paura ad Avellino, uomo tenta il suicidio: è gravissimo

  • Irpinia senza acqua e fiumi d'acqua in Puglia, De Luca: "È intollerabile"

  • Focolaio Coronavirus a Serino, l'Asl conferma i casi positivi

Torna su
AvellinoToday è in caricamento