menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Ndrangheta in Veneto, imprenditore avellinese tra gli indagati

La Dia di Padova e coordinata dalla Dda di Venezia ha portato a 3 arresti, 36 indagati, 14 perquisizioni

‘Ndrangheta in Veneto, e in particolare tra le province di Vicenza e Verona, nella zona della Valpolicella, nascosti tra le aziendi edili. La Dia di Padova, coordinata dalla Dda di Venezia, ha portato a 3 arresti, 36 indagati e 14 perquisizioni.

Nel veneziano è stata perquisita l’azienda con sede a Mestre, in zona Terraglio, di un avellinese di 53 anni che sarebbe coinvolto nel giro di fatturazioni false e che dunque è indagato.

Il sistema prevedeva (il più delle volte per commesse almeno in parte eseguite) l’emissione di fatture per un importo maggiore a quello reale. La fattura veniva saldata, recuperando l’eccedenza in contanti che veniva divisa tra le persone coinvolte, andando a finanziare la stessa ‘ndrangheta.

Un giro d’affari proseguito dal 2012 al 2015 nel quale sarebbero stati coinvolti, più o meno volontariamente, altri imprenditori, tutti del settore edile, alcuni dei quali collegati alla ‘ndrangheta e in particolare alle cosche Grande Arcari e Dragone. Chi non sottostava al meccanismo era vittima di minacce, pestaggi, violenza (reati che non vengono contestati ai tre arrestati ma ad altri indagati).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento