rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca Morra De Sanctis

Muore sul lavoro travolto da un autocarro, disposta l'autopsia per far luce sulla tragedia

Una famiglia è stata distrutta e, adesso, la moglie di Domenico D’Alessio, ha scelto di sporgere denuncia per avere giustizia e per conoscere come sono andate veramente le cose

Nella giornata di oggi abbiamo riferito del dramma verificatosi a Morra De Sanctis, dove un 56enne – Domenico D’Alessio, originario di Sant’Antimo, in provincia di Napoli, è morto travolto da un autocarro parcheggiato in pendenza. La tragedia è avvenuta verso le 7’00 e, mentre si trovava a lavoro presso il cantiere, un mezzo, probabilmente a causa del malfunzionamento del freno a mano, lo ha investito. Purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Sant'Angelo dei Lombardi, anche per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria la salma è stata traslata all’ospedale “Moscati” di Avellino.

Una famiglia è stata distrutta e, adesso, la moglie di Domenico D’Alessio, ha scelto di sporgere denuncia per avere giustizia e per conoscere come sono andate veramente le cose. La famiglia del 56enne è difesa dagli avvocati Arnaldo Bernini e Stefano Puca. Per capire le cause del decesso veniva disposto l’esame autoptico sul corpo di D’Alessio. Occorrerà fare tutto il possibile per chiarire i motivi che, ancora una volta, hanno portato a una tragedia sui luoghi di lavoro.

Quasi mezzo milione di denunce presentate all’Inail

484.561. Quasi mezzo milione.  A tanto ammonta il numero di denunce per infortuni sul lavoro presentate all’Inail nei primi otto mesi del 2022. Un balzo del +38,7% se paragonato allo stesso periodo del 2021. A rendere noti i dati è stato il report dell’Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore sul lavoro travolto da un autocarro, disposta l'autopsia per far luce sulla tragedia

AvellinoToday è in caricamento