Si schiantò con lo scooter: dopo 100 giorni di agonia muore

Il commerciante è spirato in una stanza dell'ospedale Moscati. L'incidente avvenne in estate

E' spirato in una camera dell'ospedale Moscati di Avellino il commerciante Paolo Urciuoli. Il 50enne, a bordo dello scooter finì contro un muretto di recinzione di un'abitazione. Il sinistro avvenne il 31 luglio in località Alvanella di Monteforte. L'impatto fu micidiale. L'uomo indossava anche il casco. Ma lo schianto fu troppo forte. Le condizioni apparirono subito gravi. La corsa verso l'ospedale per tentare il tutto per tutto.

A 100 giorni da quel terribile incidente il cuore di Paolo, figlio di noti commercianti avellinesi, ha smesso di battere. Un dolore non solo per i familiari ma soprattutto per l'adorata figlia che ha sperato fino all'ultimo nel miracolo di ascoltare di nuovo la voce e il calore del papà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Mario, un giovane di 21 anni, è scomparso

  • L'aglio dell'Ufita e la cipolla di Montoro, re e regina a Norimberga

Torna su
AvellinoToday è in caricamento