Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Ariano Irpino

Morte sul lavoro ad Ariano Irpino, Fiordellisi (Cgil): "La sicurezza non può essere un costo"

Il segretario generale sull'episodio accaduto oggi in tarda mattinata: "Il settimo Paese industrializzato del mondo si posiziona a livelli di Stati del terzo mondo in relazione alle vittime"

Intervenuto nel corso della presentazione dell'iniziativa "Camminano insieme" del prossimo 1° giugno, il segretario generale della CGIL Avellino Franco Fiordellisi si è espresso su quanto accaduto ad Ariano Irpino in data odierna, dove un imprenditore 52enne è rimasto vittima di un incidente sul lavoro.

"Si deve prendere una coscienza collettiva, partendo dal cittadino, che sia titolare di una ditta o semplice lavoratore" afferma Fiordellisi. "C'è bisogno anche di una sensibilizzazione da parte delle associazioni. Non è demagogia e non è retorica: c'è bisogno di un intervento pubblico da parte dello Stato, non solo in termini di bonus, ma anche in termini di stabilità economica dei lavoratori e, cioè, l'erogazione di risorse da parte dello Stato. La sicurezza non può essere un costo, bisogna evitare certe tragedie. Il settimo Paese industrializzato del mondo si posiziona a livelli di Stati del terzo mondo in relazione alle vittime. Bisogna andare nelle scuole a parlare di questi temi".

"Uno sciopero senza fine sarebbe impossibile. Ho delle difficoltà anche nello sciopero della scuola, stiamo parlando di soggetti tutelati. Abbiamo avuto lo stesso problema anche con l'Isochimica. Vi sono numeri da guerra vera, il controllo degli enti si è ridotto tantissimo perché manca il personale. La precarietà ci sta prendendo alla testa" conclude il segretario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte sul lavoro ad Ariano Irpino, Fiordellisi (Cgil): "La sicurezza non può essere un costo"
AvellinoToday è in caricamento