rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

È morto David Sassoli: addio al presidente del Parlamento europeo

Il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia: "Siamo stati dalla stessa parte nelle battaglie contro le diseguaglianze"

E' morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Aveva 65 anni. Nella giornata di ieri era stata diffusa la notizia del suo ricovero in Italia per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario.

Morto David Sassoli: si è spento nella notte

"Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli - ha annunciato il suo portavoce Roberto Cuillo - si è spento alle ore 1.15 dell'11 Gennaio presso il CRO di Aviano (Pordenone) dove era ricoverato. Nelle prossime ore verrà comunicata data e luogo delle esequie".

David Sassoli negli scorsi mesi aveva già dovuto annullare gli impegni istituzionali, da settembre a inizio novembre 2021, per una "brutta" polmonite dovuta al batterio della legionella, come lui stesso aveva comunicato in un video pubblicato su Twitter dopo la guarigione. La malattia che gli aveva impedito di presiedere la seduta plenaria nella quale la presidente della Commissione von der Leyen aveva pronunciato il discorso sullo stato dell'Unione.

Un mese fa Sassoli aveva detto che non si sarebbe ricandidato alla guida dell'Europarlamento. Giovedì prossimo era prevista l'elezione del suo successore, per la seconda metà della legislatura.

Nato a Firenze ma cresciuto a Roma, giornalista, conduttore televisivo, vicedirettore per anni del Tg1, Sassoli era entrato in politica come europarlamentare del Partito democratico nel 2009. Due le grandi passioni della sua vita: il giornalismo e la politica, declinata soprattutto in chiave europea. Un'esperienza, quella nelle istituzioni dell'Unione, culminata con l'elezione alla guida dell'assemblea di Strasburgo il 3 luglio del 2019 (già nel 2014 era stato vicepresidente). Nel 2013 si era candidato alle primarie per le comunali di Roma: prese il 28 per cento dei voti, arrivò prima di Paolo Gentiloni, ma vinse Ignazio Marino. Era un grande tifoso della Fiorentina e un fine conoscitore della musica classica.

Lascia la moglie Alessandra Vittorini e due figli, Livia e Giulio.

Ursula von der Leyen: "Un grande europeo e italiano"

"Sono profondamente rattristata dalla morte di un grande europeo e italiano. David Sassoli è stato un giornalista appassionato, uno straordinario Presidente del Parlamento europeo e soprattutto un caro amico". Lo ha scritto su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, dopo avere appreso la notizia della morte del presidente dell'europarlamento. "I miei pensieri vanno alla sua famiglia. Riposa in pace, caro David", ha aggiunto von der Leyen.

De Luca: "E' stato un convinto europeista, attento al dialogo con i giovani"

Profondo cordoglio e tanta commozione per la scomparsa di David Sassoli anche da parte del Governatore della Campania Vincenzo De Luca che sui social scrive: "L’Italia perde un riferimento importante, che ha saputo guidare in maniera autorevole il Parlamento europeo in anni incerti e difficili. È stato un convinto europeista, molto attento al dialogo con le giovani generazioni. Lo ricordiamo anche come un grande professionista dell’informazione, tra i volti più noti del Tg1, sempre libero e autonomo. Le nostre condoglianze alla moglie, ai figli e a tutti i suoi cari."

Carlo Sibilia: "E' un lutto per gli italiani e per tutta l’Europa"

“La prematura scomparsa di David Sassoli è un lutto per gli italiani e per tutta l’Europa, di cui aveva guadagnato una stima corale. Siamo stati dalla stessa parte nelle battaglie contro le diseguaglianze, oggi piangiamo l’uomo delle istituzioni, il giornalista, la persona. RIP". È quanto scrive sui social il Sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, ricordando la figura del Presidente Sassoli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto David Sassoli: addio al presidente del Parlamento europeo

AvellinoToday è in caricamento